16.04 2014 - Festival Internazionale dell'Ocarina del Delta

FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL’OCARINA DEL DELTA

Dal 24 al 27 aprile, concerti, mostre, escursioni nel Parco

Parte da Grillara di Ariano Polesine, l’Ocarina Delta festival, il primo evento ocarinistico del Veneto, secondo in Italia dopo quello di Budrio.

La Fattoria didattica L’Ocarina di Benvenuto Fecchio - unico costruttore veneto e fra i pochissimi italiani, la cui famiglia può vantare una tradizione centenaria – e l’Associazione “Città della musica” di Grillara, sono gli organizzatori di questo festival, che punta alla valorizzazione culturale dello strumento insieme alla promozione turistica del territorio.

Il Delta, infatti, costituisce la scenografia ideale per questo festival; i concerti, che vedranno esibirsi più di quaranta musicisti, provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo  (parteciperanno anche solisti coreani, tedeschi e cinesi), si terranno in luoghi particolari, come la chiesa romanica di San Basilio o l’idrovora di Ca’ Vendramin.

A completare gli spettacoli, la rassegna “Giovani ocarinisti crescono”, esposizioni di ocarine e fischietti tradizionali dei più grandi costruttori italiani, concerti e danze di musica popolare, mostre di pittura ed escursioni nel Parco.

Il programma è molto variegato.

L’inaugurazione sarà il 24 aprile, alle 17.30, al museo/laboratorio L’ocarina di Ariano. Con un anteprima, alle 12, a San Basilio, con l’incontro “La cultura si progetta in Europa” e l’apertura della mostra pittorico-artistica di Miranda Greggio e Paolo Sartori.

Il 25 aprile, alle 10, a San Basilio, mercatino dell’ocarina e del fischietto artistico ed esposizione di prodotti locali; alle 12, stand gastronomico con la bondiola di Ariano; alle 16, la rassegna “Giovani ocarinisti crescono”, concerto dei ragazzi delle scuole di Ariano, Taglio di Po e Budrio; alle 21, grande concerto ocarinistico in sala Europa a Taglio di Po e, alle 21 e 30, quasi in contemporanea, prestigioso concerto a Ca’ Mello di Porto Tolle.

Per tutto il giorno, visite guidate gratuite al Museo dell’ocarina della famiglia Fecchio e al Centro turistico-culturale San Basilio, con ritrovo alle 9, alle 11 e alle 14.30.

Il 26 aprile, alle 10, al Museo regionale della bonifica di Ca’ Vendramin, apertura esposizione di ocarine e fischietti artistici e mostra-vendita di prodotti tipici locali; alle 15, concerti e danze di musica popolare; mostra pittorico-artistica di Miranda Greggio e Paolo Sartori. Con appuntamento alle 10 e alle 15, ci sarà il laboratorio/museo itinerante di Benvenuto Fecchio e di Giuseppina Pennoni con l’argilla del Po, intitolato “Ocarina la nostra terra che suona”; sempre alle 10 nordic walking tra le risaie; visite guidate al Museo della bonifica (alle ore 10, 11.30, 15.30, 17). Sempre in mattinata, escursioni di “Parco in bici”. Alle 21, grande concerto ocarinistico con buffet finale.

Il 27 aprile, il festival sconfinerà a Mesola (Fe), al castello Estense, con l’esposizione di ocarine e fischietti, durante la “Fiera dell’asparago”.

Il programma dettagliato delle manifestazioni è pubblicato sul sito www.ocarinadeltafestiva.it. Per info: contattare ocarinadeltafestiva@gmail.com opp. Fattoria/museo L’Ocarina, numero 0426/78291.